VINO, QUANDO L’ETICHETTA FA LA DIFFERENZA

vino, festival della scienza Fino al 22 aprile si tiene a Edimburgo, Scozia, l’Edinburgh International Science Festival http://www.sciencefestival.co.uk appuntamento che, dalla prima edizione del 1989, si presenta come evento promotore per educare il pubblico a scoprire in prima persona quali sono i segreti che il mondo nasconde intorno a noi.

Durante le due settimane dell’evento sono tanti i momenti di spunto e di studio proposti. Tra questi anche quello promosso da un gruppo di ricercatori in psicologia dell’Università dell’Hertfordshire che hanno bendato seicento volontari e gli hanno messi davanti a due bicchieri di vino. Nel primo hanno versato del rosso o bianco da bottiglie con prezzi che si aggiravano intorno ai 5 euro; il secondo bicchiere lo hanno invece riempito con un vino dello stesso tipo ma più pregiato, in vendita fino a 40 euro.

Il test voleva verificare se era possibile dal campione di bevitori evidenziare che tipo di vino stavano assaggiando. Oltre la metà ha sbagliato, a testimoniare, secondo i ricercatori, che la percezione di quello che si beve è fonte anche di un condizionamento psicologico dato dall’etichetta, dal nome del vino e dal prezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit exceeded. Please complete the captcha once again.