LA PAGELLA DEL FESTIVAL DEI BORGHI PIU’ BELLI L’ITALIA (3)

Le previsioni del tempo non lasciavano dubbi e così è stato. La pioggia è caduta praticamente per tutta la giornata di domenica in gran parte della Penisola e anche a Vigoleno, durante l’ultima giornata del Festival Internazionale dei Borghi più Belli d’Italia. Eppure, dalle prime ore del mattino e fino a tarda sera, tanti visitatori hanno raggiunto il borgo senza farsi scoraggiare dal brutto tempo.

La giornata è trascorsa alternando momenti ufficiali con convegni, musica, animazione e degustazioni presso gli stand. Ancora una volta il Comune di Vernasca ha saputo far fronte al disagio della giornata con competenza e professionalità, ma altrettanto bravi sono stati i ristoratori che si trovano all’interno del Borgo (La Taverna del Castello e la Locanda della Vecchia Scuola) e la Pro Loco che hanno saputo fronteggiare l’emergenza di tanta gente nelle ore di punta, proprio quando il cielo non era clemente.

Vigoleno sta tornando a poco a poco alla normalità. Si smontano i tendoni, i gazebo, i cartelli. La natura che circonda il borgo torna a dominare le antiche vie e il castello. Senza tempo, nei suoi silenzi e colori oramai a tratti autunnali, Vigoleno riprende il timone e guida le vite dei suoi abitanti. Ha lasciato credere agli uomini di poter comandare, li ha accolti tra le sue mura, li ha guardati divertire è oggi torna a dominare la valle dello Stirone, oggi come nel Medioevo.

Il voto, in questo finale di Festival, lo darà ognuno per sé, protagonista o comparsa di questo luogo senza tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit exceeded. Please complete the captcha once again.