SAN MARTINO, STORIA, TRADIZIONE E POESIA

Perfetto palindromo: 11-11-11 la data di oggi ha una perfetta simmetria nella lettura, si può infatti leggere sia da destra sia da sinistra . Temuta dai superstiziosi e celebrata dai più ottimisti orientali l’11 novembre è anche San Martino, giorno che per tradizione segna l’inizio del ciclo invernale ma con tre giorni dalle temperature più miti. Nelle campagne venivano rinnovati i contratti agricoli annuali (da qui il detto “fare san martino” cioè traslocare) ma è anche la data in cui si spillava il vino novello e si faceva festa con il frutto di stagione, le castagne. Così celebra anche la famosa poesia di Giosuè Carducci, intitolata San Martino:

 La nebbia a gl’irti colli

Piovigginando sale,

E sotto il maestrale

Urla e biancheggia il mar;

Ma per le vie del borgo

Dal ribollir de’ tini

Va l’aspro odor de i vini

L’anime a rallegrar.

Gira su’ ceppi accessi

Lo spiedo scoppiettando

Sta il cacciator fischiando

Su l’uscio a rimirar.

Tra le rossastre nubi

Stormi d’uccelli neri

Com’esuli pensieri

Nel vespero migrar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit exceeded. Please complete the captcha once again.