I TWEETS PIU’ ESPLOSIVI DELL’ANNO 2011

Con i suoi 140 caratteri Twitter si è ancora una volta confermato uno dei social network più seguiti del 2011.  Nel mondo conta circa 100 milioni di utenti registrati con una media di 230 milioni di messaggi inviati in rete al giorno. In Italia sono circa due milioni gli iscritti e si contano oramai tre messaggi al secondo, 200 al minuto grazie anche al diffondersi di volti noti come Fiorello o Lorenzo Jovanotti seguiti, ogni giorno, da oltre 340 mila followers.

La velocità e l’immediatezza del messaggio, proprio grazie al fatto di essere breve come un sms è uno dei suoi  punti di forza, tanto da essere usato anche come fonte per diffondere notizie giornalistiche. Un utente manda in rete un suo tweet e i suoi followers possono rilanciarlo sul proprio profilo. Si innesca così una catena infinita e una notizia fa in poco tempo il giro del mondo.

Nel corso del 2011 i tweets più retweeted  (parliamo di un numeri al milione….) sono stati quelli dell’annuncio del raid contro Osama bin Laden mandato in rete da Sohaiib Athar prima della comunicazione ufficiale da parte del Presidente Obama.

Il tweet di Bill Gates per la morte di Steve Jobs ha fatto il giro del mondo al punto da diventare un annuncio ufficiale di condoglianze. Anche la morte di Gaddafi è stata annunciata con un tweet, da Malik Al-Abden. Le proteste in Egitto, così come il movimento Occupay Wall Street sono state coordinate dai messaggi inviati da Twitter. Il Santo Padre Papa Benedetto XVI ha lanciato il 28 giugno scorso il suo primo tweet per annunciare la nascita del canale News.va

L’augurio per l’anno 2012 di tanti tweets pieni di gioia e di felicità! Buon Anno a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit exceeded. Please complete the captcha once again.