COME CONSERVARE E CONSUMARE LE UOVA FRESCHE

Conservare le uova In campagna le uova sono uno dei cibi più semplici ed economici da reperire.  Quasi tutti coloro che hanno un appezzamento di terreno hanno anche a disposizione una zona dedicata all’allevamento delle galline ovaiole, o da carne, per uso personale. Con un pollaio familiare come il nostro nel Podere Borgo di Vigoleno®, dove le galline sono allevate all’aperto, la produzione è decisamente alta e spesso tutte le galline depongono quotidianamente.

Il problema sorge su come conservare e consumare le uova. Spesso, infatti, si associa il consumo di uova crude di campagna con il pericolo di contrarre infezioni di salmonella. Ci siamo così dotati di un sistema di autocontrollo nella gestione delle uova, senza dimenticare che, se il pollaio è gestito con cura e pulizia i  rischi sono limitatissimi. Non bisogna dimenticare che le uova sono completamente sterili al momento della deposizione , se si tratta di un animale sano, e la possibilità, secondo le autorità sanitarie competenti, che una gallina ovaiola fosse contagiata da salmonellosi, con conseguente contaminazione in utero durante la deposizione dell’uovo, è stimata in due per ogni milione di uova.

Buone pratiche igieniche consentono dunque di tutelare nel miglior modo la nostra salute e di poter gustare un cibo sano e genuino sotto casa.

Per prima cosa è bene conservare le uova ad una temperatura inferiore ai 25°C, meglio ancora se in frigorifero ma evitando, anche di breve durata, gli sbalzi termici e l’esposizione alle alte temperature. Se ad esempio, torniamo dalla campagna alla città con le uova è bene riporle durante il viaggio in una borsa termica.

Evitiamo di conservare le uova vicino agli altri cibi presenti nel frigorifero, per evitare potenziali contaminazioni di altri alimenti ma anche delle uova stesse.

Quando le raccogliamo facciano attenzione che il guscio sia sempre pulito, cosa che avviene naturalmente cambiando spesso la lettiera del pollaio. Nonostante questo, la rottura non avvenire sul bordo dello stesso contenitore nel quale vengono raccolti albumi e tuorli, ma sullo spigolo di un’altra stoviglia per evitare di contaminare col guscio il contenuto. Per lo stesso motivo bisogna fare attenzione che eventuali frammenti di guscio non cadano nel recipiente.

La scadenza delle uova è stabilita in 28 giorni dopo la loro deposizione per le uova mantenute a temperatura ambiente. Oltrepassata la data di scadenza le uova ben conservate possono ancora essere consumate, specialmente se  tenute in frigorifero dove, grazie ad una temperatura di 0-4°C, i processi di deterioramento sono stati rallentati dall’azione del freddo.

In caso di dubbio ecco alcuni trucchi per verificare se un uovo è ancora fresco: mettere l’uovo in un bicchiere pieno d’acqua salata (un paio di cucchiai di sale da cucina). Le uova fresche si poseranno sul fondo del bicchiere, mentre quelle che sporgeranno in superficie saranno da buttare via. Se le uova si posizionano a metà bicchiere, senza toccare il fondo ma senza nemmeno sporgere dall’acqua, possono ancora essere consumate.

Un altro metodo è quello dello rottura: se, rompendo un uovo, il tuorlo si rompe facilmente o non si colloca bene al centro dell’albume, significa che non è più un prodotto fresco. In ultimo è possibile guardare le uova in controluce: se sono fresche in trasparenza si vede il tuorlo al centro dell’uovo anche quando lo capovolgiamo.

Contenitore in terracotta per 12 uova


New From: EUR 15,28 In Stock