ALBA IN CAMPAGNA, UNA MAGIA DELLA NATURA

stornoLe giornate iniziano presto nel Podere Borgo di Vigoleno®, prima che sorga il sole, tutti i giorni senza calendario di festività o riposi domenicali. E’ il prezzo da pagare per chi lavora a contatto con gli animali e con la natura e la stessa regola vale in ogni Paese del Mondo, in ogni Continente. Al giorno d’oggi i social network ti legano a persone che condividono la stessa passione e la stessa vita, anche se in quello stesso giorno o ora da noi tutto è bianco di neve e sta per calare la notte fonda mentre per qualcuno la giornata sta per iniziare sotto il sole dell’estate. E così basta un “like” all’alba per darti la carica ad affrontare con un sorriso la giornata.

La sveglia prima che sorga il sole ti regala anche tutta la magia della natura, che puoi assaporare solo nei silenzi della campagna che si sveglia. E così alzi gli occhi appena sopra l’orizzonte e ti ritrovi a perderti in un cielo dove spicca una freccia che scocca, fin d’antichità un segno di buon auspicio. Sono i germani reali che volano in formazione a “V” e che vivono tutto l’anno nel territorio del Parco Regionale dello Stirone e del Piacenziano, l’area protetta dove si trova il Podere Borgo di Vigoleno®.

La formazione a “V” viene adottata dagli uccelli per ragioni aerodinamiche e prevede che un uccello voli al vertice e tutti gli altri lo seguano sistemandosi in un doppio schieramento, nel quale ciascun individuo vola con una traiettoria parallela a quello che lo precede, ma leggermente spostata verso l’esterno. In questo modo ogni elemento dello stormo riesce a sfruttare i vortici generati dall’uccello che lo precede, vortici che spingono in avanti l’uccello che vola dietro. L’uccello che apre la formazione fa più fatica degli altri, e per questo è previsto un cambio periodico nel suo ruolo

C’è un senso di collettività e di unione che la natura è di esempio ma che l’uomo non sa vedere. Esistono leggi che vengono rispettate perché la collettività e la lealtà sono parte della natura stessa, anche se a volte sembra crudele, ma mai quanto quelle dell’uomo che non sa rispettare. E l’Italia in questi giorni in prima pagina suoi quotidiani ne è il triste esempio.