GLI ANIMALI I NOSTRI ANGELI

dream teamChiamatela come volete, pet therapy o terapia dolce, certo è che l’interazione uomo-animale che si crea per chi ha un cane, un gatto, un cavallo o qualsiasi altro animale che fa parte della famiglia è qualche cosa di speciale. 

Tra noi e il nostro “quattro zampe” si crea un rapporto simbiotico che solo chi ha la fortuna di vivere in prima persona ne sa apprezzare l’immenso dono, di amore incondizionato prima di tutto. Inevitabilmente si eliminano, tra la cerchia di amici e conoscenti, tutti coloro che mortificano questo rapporto speciale. Con il passare dell’età si diventa ancora più intransigenti e guai a chi ti dice “è solo un cane”, “è un impegno occuparsi di lui/lei, preferisco essere libero e non avere impedimenti”, “ai week end e le vacanze non rinuncio”, “devi avere il tempo per seguirli”….e tante altre stupidaggini del genere!

Victor Hugo si domandava: “Se guardi negli occhi il tuo cane, come puoi ancora dubitare che non abbia un’anima?”. Vero, ma  credo che ci sia ancora di più e mi piace pensare che i nostri animali siano i nostri angeli e che anche nel momento in cui, inevitabilmente, lasciano la vita terrena, continuino a restare vicino a noi. Lo sono in vita, regalandoci amore, momenti di gioia, conforto, compagnia, divertimento, spensieratezza, non ti giudicano mai ma ti sostengono sempre. Lo sono anche quando lasciano la vita terrena perché il nostro cuore è pieno di loro e l’amore è un moltiplicatore, non si divide mai.

A Cristiana, Ludovica e Isabella che in questi giorni piangono il loro amato Grant dico di guardare nel loro cuore: lui è lì con voi e lo sarà per sempre, come un angelo.

NB: nella foto il “dream team” di casa Schieppati: Oudrey, Grant, Dalmore e Tamdhu (Agay, estate 2000)