IL TEMPO DELL’ACACIA ( E DELLA PIOGGIA)

AcaciaIn questa stagione dell’anno, periodo della fioritura dell’acacia, per gli apicoltori è in gioco grande parte del raccolto di un anno di lavoro. La campagna che circonda la Tenuta del Podere Borgo di Vigoleno® si è vestita in un mono colore bianco, ma le previsioni del tempo non sono confortanti.

La fioritura dell’acacia dura circa quindici giorni ma se piove e le api non possono uscire a bottinare per ogni giorno di non raccolto è come averne persi due, dal momento che nella giornata di non uscita le api, con una ricca covata da sfamare, consumano il miele raccolto il giorno prima. I conti sono facili: sono sufficienti quattro giorni di maltempo nel bel mezzo della fioritura e il rischio di perdere oltre la metà del raccolto è quasi cosa certa.

Con un occhio al cielo minaccioso e alle previsioni del tempo, le mie visite in apiario sono quotidiane, anche più volte al giorno per controllare la vitalità degli alveari. Appena smette di piovere, le api bottinatrici si alzano in volo e tornano con il loro prezioso carico, superano il controllo olfattivo delle api guardiane sulla porta dell’arnia e trovano le api magazziniere che provvedono a liberarle del nettare e via, ancora in volo per visitare altri fiori.

Questa sera, il silenzio della natura, fatto di canti degli uccelli dal bosco e di un cinghiale che bofonchia nelle vicinanze, era rotto dal ronzio di sottofondo delle api che volavano tra le acacie in fiore, con il loro profumo penetrante, misto di erba bagnata. In lontananza nuvoloni neri minacciavano nuova pioggia, ma vedere le mie api così impegnate e volenterose mi ha riempito di speranza. Forza ragazze, non mollate…