PERA NOBILE, L’ULTIMO RACCOLTO DI FRUTTI ANTICHI DELL’ANNO

pera-nobileCon la raccolta oggi della Pera Nobile nell’Az. Agricola Schieppati Alessandra – Tenuta del Podere Borgo di Vigoleno® si è chiuso il ciclo produttivo dei frutti antichi dell’anno. Nel frutteto restano ancora i cachi e qualche mela cotogna, mentre nell’orto, dopo l’ultimo raccolto di fagiolini e porri, si attende il secondo ciclo di verze, cavoli, cavolfiori, bietole e radicchi, che ci accompagnerrano per tutta la stagione invernale.

Con la Pera Nobile, quasi a voler sottolineare il suo nome che riporta ai fasti dell’epoca del ducato di Maria Luigia D’Austria, prepareremo una confettura extra unica e particolare. La Pera Nobile, un frutto molto presente nel territorio, rustica e con una buonissima resistenza alle malattie, è ottima da cuocere, proprio per il suo profumo e per il sapone intenso.

Nei frutteto è l’ultima a maturare e si riconosce per la sua forma oblunga, non troppo grande, circa 6 centimetri in media, con una buccia di colore giallo/verdastro sfumato di rosso nella parte esposta al sole. Se non la si utilizza subito per confetture, può durare fino a Natale, anche mantenendo i frutti sopra l’albero fino alle prime gelate.