MIELE O ZUCCHERO?

Miele Millefiori 1kgIl miele è spesso considerato una valida alternativa allo zucchero raffinato, ma proviamo a fare chiarezza. Lo zucchero da tavola è considerato un alimento da limitare nell’alimentazione perché apporta solo calorie vuote, che in pratica significano energia ma nessun beneficio nutritivo. Il miele è composito principalmente da due zuccheri, fruttosio e glucosio  ma contiene anche acqua (tra il 17 e il 19 percento), vitamine, minerali, composti fitochimici ed enzimi. Questi ultimi sono molto più attivi nei mieli che non sono sottoposti a trattamenti termici, solitamente quelli prodotti direttamente e venduti direttamente da apicoltori. Gli zuccheri danno energia, mentre gli altri elementi rendono il miele più nutriente dello zucchero.

ll miele rispetto allo zucchero raffinato è meno calorico, ma essendo più denso, un cucchiaio ha 64 calorie mentre uno di zucchero ne ha circa 48. Il miele ha però un sapore più forte dello zucchero da tavola, il che significa che ne basta poco per dolcificare di più e ottenere lo stesso risultato.

Un abuso di zuccheri nell’alimentazione è rischio di diffusione di obesità e diabete e il grado con cui si innalzano i livelli di zucchero nel sangue è chiamato indice glicemico IG. Si prende a riferimento il glucosio puro, considerato 100, e tutto ciò che supera 70 è definito “ad alto IG”. Ovviamente più basso è l’IG meglio è. L’IG del miele è in media 58, più o meno lo stesso dello zucchero da tavola na può variare tra 35 e 85 in base alla fonte del nettare. I mieli con un alto contenuti di fruttosio, come quello di acacia, hanno un IG relativamente basso.