E SARANNO TARTUFI ANCHE A VIGOLENO

Ci vuole pazienza, tanta, tanta, tanta, tanta pazienza….ma poi in campagna arriva anche il tempo del raccolto. Questa mattina visita dell’agronomo per controllare lo stato della tartufaia nella Tenuta del Podere Borgo di Vigoleno® dove, nonostante la stagione difficile per il caldo e la siccità, le nocciole presentano comunque i primi segni di attecchimento dei tartufi. E così anche in Val Stirone ci saranno i tartufi!

Le nocciole hanno tutte mantenuto un ottimo grado di micronizza che fa buon sperare in un inizio di produzione precoce rispetto alla media dei 7/8 anni. Come qualsiasi altra coltivazione agricola anche le tartufaie impiantate hanno una produzione strettamente legata all’andamento climatico ma la cura e le attenzioni che sto riservando alle nocciole (biologiche certificate dal 2019) fanno ben sperare grazie anche la fiducia del mio agronomo veneto, cosa non da poco, simpatico e ottimo maestro di cose di campagna.

Superata l’emergenza caldo, in autunno, dovrò effettuare una potatura che porterà le piante ad allargarsi, in modo che le radici abbiano uno sviluppo orizzontale e superficiale per favorire il raccolto. Poi sarà compito di Guenda andarli a cercare…. Per ora pregusto già la mia cena di stasera a base di tartufi…